Questo articolo nasce per stuzzicare l’acquirente compulsivo di prodotti di nuova generazione, quelli dotati di sofisticazioni tecnologiche.

Anche chi sta scegliendo un aspirapolvere centralizzato potrebbe farsi tentare dall’acquisto di un prodotto avanzato in tecnologia.

Sai che ti dico? Non è poi sempre un affare portare a casa un aggeggio di avanguardia. Perché penso questo? Innanzitutto perché non è detto che ne abbiamo bisogno.

E poi perché ogni aiuto di tipo elettronico può avere un guasto.

Mi rendo conto che al giorno d’oggi sia difficile non trovare affascinante l’ultimo ritrovato tecnologico sfornato dal mercato. Faccio subito un esempio: a quale giovane non piacerebbe ritrovarsi tra le mani un iPhone XS di ultima generazione, salvo il fatto che costa come uno stipendio ed assomiglia per il 90% alle funzioni del modello precedente?

I mass media ci abituano a desiderare il prodotto che ancora non possediamo, in un’odierna e attualissima logica consumistica e frenetica il prodotto assume un’importanza centrale. Come status symbol, ad esempio.

Ma cosa c’entra tutto questo con l’impianto di aspirazione delle polveri di casa nostra? Ora arrivo al dunque.

La mia esperienza con gli aspirapolvere centralizzati

Rapportando quanto scritto sopra al mio lavoro di vendita di impianti di aspirazione centralizzata e ventilazione meccanica controllata, posso confidarti che delle varie serie di centrali aspiranti e macchine ventilanti che la mia azienda gestisce, sono sempre i modelli più basilari, dunque più affidabili e performanti nel tempo, i prodotti che proponiamo per la maggiore.

Spesso con buona pace anche da parte dei clienti, che sono i primi a volersi sincerare di installare un prodotto sicuro e fidato, che continui a svolgere la propria funzione nel corso degli anni. Sia installatori, che rivenditori, e pure i privati.

Con l’esperienza ho visto che il prodotto con minori complicazioni è quello che a lungo termine genera maggior soddisfazione con il minor numero di rotture (di scatole), dal momento che non contiene elementi sofisticati che si possano guastare.

Sto ovviamente dando per scontato che il prodotto sia buono di partenza e progettato per durare nel tempo.

Aspirapolvere centralizzato professionale Beam

Aspirapolvere centralizzato professionale Beam. Versione base senza display lcd. “Less is more”, anche in questo caso. L’assenza di elettronica rende questo aspirapolvere un prodotto molto affidabile.

Centrale aspirante Revers di Aspiredil, pochi fronzoli

Calandomi sull’ambito degli aspirapolvere centralizzati, topic centrali di questo blog, il prodotto che consiglierei ad occhi chiusi è certamente quello:

  • senza sofisticazioni: via pannelli di remotazione e via pure i display LCD;
  • sprovvisto di gestione di tipo elettronica (che brutta bestia!);
  • adotta componenti universali, che un utente può sostituirsi da solo con il fai da te. Su questo punto il consiglio non può giungerti che dal venditore: chi se non il tuo installatore o consulente all’acquisto, può sapere quale marca, modello, pregi/difetti del componente installato nella centrale aspirante?;
  • è un prodotto di un brand che non vincola le manutenzioni ad un centro assistenza autorizzato imposto.

Sono ad esempio le centrali aspiranti serie Globo in ferro che produce Aspiredil:

“Tutto quello che non c’è non può rompersi”

Quello che non c'è non si rompe

I produttori cavalcano lo sviluppo di prodotti sempre più sofisticati e tecnologici per staccare i concorrenti e per rendere i propri oggetti desiderabili. Velleità di marketing.

L’intento è chiaro: soddisfare le esigenze di quella fascia acquirenti, esigenti e sperimentatori, subito pronti a portarsi a casa il prodotto del momento. Questa fascia di pubblico è spesso anche quella alto-spendente.

Mi chiedo: “è sempre vero che l’adozione di un prodotto innovativo, avanzato, costoso e complesso, è il miglior acquisto che si possa fare?”. Io non credo.

Un celebre aforisma di un geniale inventore di automobili, la dice lunga su questo argomento:

“tutto quello che non c’è non si rompe”. Henry Ford

Quando allora si può giudicare un prodotto di qualità?

La qualità di un prodotto è una caratteristica distinta dal grado di ammodernamento dello stesso. Qualità secondo me è:

  • affidabilità di funzionamento di prodotto nel tempo;
  • mantenimento della prestazione nel tempo;
  • capacità di rispettare le promesse fatte in scheda tecnica.

Che senso ha acquistare il prodotto migliore del leader di settore quando vieni a scoprire che i componenti interni si equivalgono a quelli di altri produttori più economici (meno brandizzati) ?

La verità è che, nel peggiore dei casi, l’unico modo con il quale un utente potrà uscire dall’inghippo della riparazione di guasto del proprio prodotto complesso è rivolgersi ad un centro assistenza autorizzato e specializzato, con tanto di diritto di chiamata, costo chilometrico, e tempo di intervento oltre al costo del componente guasto da sostituire.

Inversione di tendenza. Scegliere il prodotto semplice

La semplicità è bellezza

E’ proprio negli ultimi mesi che sto notando un significativo ritorno al semplice.. non intendo semplice non come “superato”, bensì la scelta consapevole di un prodotto dotato di tutto quello che serve, ma niente di più.

A mio parere la gente è stufa. Stufa di sofisticazioni elettroniche, stufa di leggersi tonnellate di righe di schede tecniche per capire quali diavolerie siano presenti nel prodotto che stanno osservando in attesa di acquistarlo.

Mi ha colpito una riflessione di Seth Godin, nel suo libro La mucca viola, che qui calza a pennello: “migliaia di persone acquistano il marchio vincente [di un prodotto complesso] non tanto per farlo funzionare al massimo delle sue potenzialità, ma solo per sapere che, se volessero, potrebbero farlo.”

Cala quindi bene la scelta del tuo aspirapolvere centralizzato affinché sia semplice, per non spendere soldi in aggiunta su funzionalità di cui non solo potresti non beneficiare mai, ma che ti si potrebbero rivolgere contro nel momento in cui subiscono un guasto.

Ti posso aiutare a scegliere la centrale aspirante semplice che fa per te

Igor Pizzinato

Igor Pizzinato

Specialista di impianti di aspirazione e ventilazione

Aiuto le persone a vivere una casa pulita e libera dalle polveri. Imprenditore del benessere domestico alla seconda generazione familiare, sono appassionato di benessere e tecnologia. Affianco il cliente nella scelta della migliore soluzione di impianto di aspirazione centralizzato e di ventilazione meccanica controllata (VMC) per massimizzare il livello di qualità di aria indoor nell’abitazione.

Ti potrebbe interessare anche

Alternative all’aspirapolvere centralizzato perfetto

"Signor Igor, sto guardando per un aspirapolvere centralizzato perfetto per la mia abitazione. Sono consapevole che forse il prodotto ideale non esiste, ma mi può consigliare un prodotto compatibile con il mio impianto?" E' questo ciò che mi sento spesso chiedere da...

Sistemi filtranti per aspirapolvere centralizzato

Un aspirapolvere centralizzato funziona grazie ad alcuni componenti cardine. Uno di questi è il sistema filtrante: se mi stai leggendo ora, significa che sai di cosa sto parlando, e vuoi saperne di più. Un approfondimento sul sistema filtrante è ciò che ti serve, sia...

Lascia un commento