Se ti stai informando su come ristrutturare casa sei proprio nel posto giusto.

In questo articolo infatti troverai tante informazioni autorevoli e capaci di guidarti in questo processo, spesso insidioso e non semplice da comprendere per chi si appresta a ristrutturare la propria casa.

Ciò che è importante però è comprendere che trasformare la casa in una dimora a basso consumo energetico è una scelta vincente e che ti consentirà realmente di risparmiare. E’ vero, una ristrutturazione è spesso invasiva, ma devi pensare al fatto che questa operazione ti garantirà il massimo comfort e una riduzione delle bollette, oltre che ad un ridotto impatto ambientale.

Avrai sicuramente sentito parlare di cappotto esterno, di sostituzione degli infissi con serramenti certificati di classe A, di caldaia a condensazione a risparmio energetico, di installazione di un sistema radiante e della ventilazione meccanica controllata per un corretto ricircolo d’aria.

Nulla di incomprensibile, vedrai e con questo testo scoprirai tutto ciò che devi sapere prima di imbatterti in una ristrutturazione di casa volta al tuo benessere.

Gli interventi di ristrutturazione più comuni e il risparmio che ti garantiscono

Innanzitutto è bene che tu ti rivolga ad un progettista, ad un ingegnere di fiducia ad esempio, e che chieda a lui tutti gli interventi che ritiene necessari.

Il fine è quello dir rendere la tua vecchia casa accogliente, funzionale e a basso impatto energetico, permettendoti anche di risparmiare sulle bollette.

In via generale, posso elencarti alcuni tra gli interventi atti alla ristrutturazione domestica più comuni, con la relativa percentuale di risparmio che ti possono garantire.

1. Sostituzione degli infissi vecchi

Sostituzione vecchi infissi

Cambiando i vecchi infissi puoi arrivare ad un risparmio paria circa il 10%. Si consiglia di adottare finestre il PVC o alluminio, che assicurano all’intera casa un isolamento termico che migliora anche l’efficienza energetica.

2. Installazione del cappotto isolante

Anche il perimetro della tua vecchia casa andrà verificato. Per isolare la casa al meglio è solito provvedere all’installazione di un cappotto isolante, che permetterà di trattenere il calore senza disperderlo dalle pareti perimetrali.

Lo sapevi che questa azione può farti risparmiare il costo della bolletta fino al 24% in meno? Non male!

3. Isolamento del tetto

L’isolamento del tetto invece può portarti ad un risparmio che si aggira attorno al 12%. Nello specifico caso del tetto si parla di coibentazione, cioè di installazione di materiali isolanti per evitare il dispendio di calore e l’infiltrazione dell’acqua e dell’umidità esterna.

Isolamento tetto in una ristrutturazione

Tutto questo, mantenendo un sano scambio tra l’aria interna ed esterna, garantendo il massimo comfort ed igiene.

4. Sostituzione o riqualificazione del sistema di riscaldamento

Molto spesso passa in secondo piano e invece, la riqualificazione o la sostituzione dell’impianto di riscaldamento può davvero fare la differenza.

Una caldaia a condensazione di nuova generazione è un lusso che nel complesso della ristrutturazione ti puoi permettere e da cui hai un beneficio in termini di resa e risparmio immediato. Si parla addirittura di un risparmio che arriva fino anche al 40%.

Se procedi con una ristrutturazione edilizia che riguarda tutta la casa, pensa alla posa del sistema radiante a pavimento. I pannelli radianti sono utili non solo per il riscaldamento a pavimento, ma anche per il raffrescamento. Lo sapevi?

Ovviamente è bene farsi seguire da un tecnico esperto e di fiducia, idraulico o termoidraulico.

Leggi anche: Gli italiani che investono nel risparmio energetico con le ristrutturazioni

Efficienza energetica, isolare la casa

Per assicurarti un’efficienza energetica è fondamentale isolare la casa. In questo modo si eviteranno dispersioni termiche e lo scambio d’aria tra interno ed esterno sarà salubre e costante, senza compromettere la temperatura, ed evitando anche il formarsi di umidità.

Isolamento energetico della casa

Isolare termicamente ed acusticamente una casa non significa solo ripristinare e coibentare il tetto o far posare il cappotto esterno all’edificio, ma anche:

  • sistemare o cambiare gli infissi;
  • sostituire le porte d’ingresso;
  • verificare che la pavimentazione sia ben fatta e ancora efficiente.

Molto amato è il riscaldamento a pavimento, capace, se ben fatto, di garantire risparmio energetico e grande comfort interno alle stanze domestiche.

I vantaggi di ristrutturare una casa esistente

Erroneamente potresti pensare che sia più facile ed economico fare una casa nuova, piuttosto che ristrutturarne una esistente.

In realtà non è così e anzi la gran parte dei progettisti e tecnici consigliano la ristrutturazione dell’immobile. Perché?

Ecco tutti i vantaggi dei quali potrai usufruire se decidi di ristrutturare casa anziché farne costruire una nuova.

1. Spendi meno.

Proprio così, ristrutturare una casa costa meno che costruire una nuova da zero.

Leggi anche: Iter e costi di costruzione di una nuova casa

In questo caso manterrai le parti murarie spesso anche i solai, mentre ti concentrerai sul rifacimento o sulla riqualificazione degli impianti, degli infissi e dell’isolamento.

Ristrutturare casa è più conveniente di costruire una casa nuova

Non meno importante, se ristrutturi hai anche a disposizione tante agevolazioni fiscali che ti faranno risparmiare significativamente.

2. Hai più spazio.

Le case costruite oggi giorno sono sempre piccole rispetto agli standard dei decenni passati.

Non entriamo nel merito del perché oggi si tenda a costruire case piccole privilegiando appartamenti e villette a schiera anziché case singole.

Ti basti sapere che le case costruite tra gli anni ’60 e ’80 sono decisamente più spaziose e le puoi acquistare anche a prezzi inferiori rispetto alle nuove case chiavi in mano.

Ovviamente tieni conto delle migliorie che dovrai fare, ma l’effetto finale sarà eccezionale e magari potrai sfruttare un casa di famiglia al quale sei particolarmente legato.

Ad esempio, in termini di spazio, le case anni ’80 hanno cucina e sala da pranzo separate, per circa un ammontare di oltre 36 mq. Si tratta di appartamenti o case molto vivibili e dove la privacy è garantita ;-).

3. Se in centro o hai un’ottima location.

Le case nuove vengono costruite soprattutto in periferia, mentre quelle vecchie sono spesso nei centri delle grandi città, a due passi dai luoghi di maggior interesse.

Non solo, di sovente avrai anche un’ottima vista sui monti, su costruzioni di interesse storico, ecc.

Ristrutturare a partire dall’impiantistica

Una casa, nuova o riqualificata diventa energicamente efficiente grazie ad una coibentazione bene fatta.

Questa però va di pari passo ad un’impiantistica adeguata: per questo è necessario prevedere anche caldaie, climatizzatori, pompe di calore ed in generale il giusto apporto energetico e calorifero tramite macchine adeguate.

Per farlo è bene affidarsi sempre tecnici esperti, che sapranno individuare i giusti sistemi per la tua casa ed effettueranno anche la costante manutenzione.

Quest’ultima non è mai da trascurare e garantisce non solo la durata della macchina, ma anche la sua massima efficienza durante tutto l‘arco dell’anno, in totale sicurezza ed evitando anche multe.

L’aerazione è fondamentale

Davvero indispensabile è la giusta aerazione all’interno di case riqualificate o di nuova costruzione coibentate.

Sistema di ventilazione forzata dell'aria di casa

Come accennato la coibentazione è l’installazione di appositi isolanti termici ed acustici, che annullano le dispersioni termiche. E’ un aspetto fondamentale per rendere confortevole la tua dimora e annullare il dispendio energetico.

Proprio a causa dell’isolamento è sempre bene predisporre un valido sistema di ventilazione forzata interna, che garantirà la massima salubrità dell’aria in qualsiasi stagione, e senza gravare più di altri apparecchi di uso comune sulla bolletta.

Aprire le finestre, arieggiare quotidianamente le stanze, ridurre l’umidità e mantenere gli ambienti puliti è indispensabile per vivere in una casa sana, sicura e igienica, ma ciò che può garantire la ventilazione meccanica controllata è davvero unico. Soprattutto quando l’isolamento è recente e ben fatto si potrà giovare di una santificazione interna costante.

Per approfondire: Sistema di ventilazione forzata centralizzata

Sfrutta le detrazioni fiscali

Come già anticipato, potrai usufruire delle detrazioni fiscali dedicate alla ristrutturazione e riqualificazione. Queste interessano sia le opere murarie sia gli impianti, gli infissi ed i mobili nuovi.

Molto importante è munirsi di impianti di ultima generazione che, oltre a farti usufruire degli ecobonus, ti garantiscono la massima efficienza a minimo impatto energetico e ambientale, con risparmio anche in bolletta e da subito.

Per scegliere ad esempio le caldaie, i climatizzatori, i pannelli solari e fotovoltaici è bene affidarsi solo dei professionisti e farsi seguire da un tecnico prima dell’acquisto, durante l’installazione e anche nel post vendita.

Inoltre, non meno importante è eseguire la regolare manutenzione e ricorrere all’assistenza in caso di qualsiasi genere di guasto o dubbio sull’apparecchio.

Ecco alcune percentuali di sconto date dall’ecobonus 2018:

  • acquisto infissi 50%;
  • installazione schermature solari 50%;
  • caldaie a biomassa 50%;
  • installazione impianto di aspirazione centralizzato 50%;
  • sostituzione impianto di climatizzazione con apparecchi di classe A o A + 50%;
  • installazione caldaia a condensazione di classe A 65%;
  • installazione pannelli solari termici 65%;
  • installazione impianti domotici 65%;
  • cappotto termico e isolamento 65%.

Inoltre il bonus mobili, che garantisce una detrazione del 50% sull’acquisto di elettrodomestici di ultima generazione quindi A+ e dalla classe A per i forni e per i mobili nuovi, è applicabile ad una spesa massima di 10 mila euro.

Allora, sei ora più informato di quanto non fossi prima della lettura di questa mini-guida alla ristrutturazione di casa? Lo spero proprio! Buona ristrutturazione amico!

Intendi predisporre un sistema di aspirazione o di ventilazione forzata nel tuo immobile in ristrutturazione?

Igor Pizzinato

Igor Pizzinato

Specialista di impianti di aspirazione e ventilazione

Aiuto le persone a vivere una casa pulita e libera dalle polveri. Imprenditore del benessere domestico alla seconda generazione familiare, sono appassionato di benessere e tecnologia. Affianco il cliente nella scelta della migliore soluzione di impianto di aspirazione centralizzato e di ventilazione meccanica controllata (VMC) per massimizzare il livello di qualità di aria indoor nell’abitazione.

Scarica la guida!

Non ti far sfuggire in fase di ristrutturazione di casa l’occasione di pensare ai sistemi centralizzati di aspirazione polveri e ventilazione dell’aria.


  • Conosci funzionamento e benefici di una casa che respira aria pulita grazie a impianti del benessere
  • Ricevi continui aggiornamenti su come ottimizzare al meglio la pulizia della tua casa
  • Sii il primo a conoscere i trucchi e segreti delle nuove soluzioni e tecnologie del pulito domestico

Privacy Policy

Ti potrebbe interessare anche

Nessun risultato

La pagina richiesta non è stata trovata. Affina la tua ricerca, o utilizza la barra di navigazione qui sopra per trovare il post.

Share This