Vuoi realizzare l’installazione di un impianto di aspirazione centralizzato per la tua abitazione, ma non sai come organizzarla al meglio? In questo articolo potrai scoprire come fare!

L’impianto di aspirazione centralizzato di casa è il più semplice tra gli impianti civili, e per questo motivo può essere posato da figure più o meno specializzate: installatori, imprese edili, utilizzatori finali.

Con le giuste accortezze anche il privato può svolgere il lavoro senza troppe complicazioni. Se tu che stai leggendo sei un privato e desideri conoscere come montare un impianto di aspirazione centralizzato fai da te, questo articolo fa per te.

Il sistema centralizzato di aspirazione polveri è un toccasana per l’igiene della tua famiglia, e se già lo sapevi e desideri giungere al sodo, sappi che ti sto svelando informazioni pratiche sul montaggio e installazione dell’impianto di aspirazione centralizzata per abitazioni. Pronto? Buona lettura!

Come si installa un impianto di aspirazione centralizzato

installazione-impianto-di-aspirazione-centralizzato-come-fare

Il primo aspetto da considerare è il contesto di dove vuoi predisporre l’aspirapolvere centralizzato. Si tratta di una casa, di una villetta o di un appartamento? La dimensione della costruzione fa la differenza sullo sviluppo della rete tubiera e sui componenti che devi acquistare.

Se stai invece cercando informazioni sulla posa dell’impianto di aspirazione centralizzata di tipo terziario-industriale, contattaci direttamente.

La modalità di installazione di un impianto aspirante è uniforme, non ci sono filosofie di posa migliori di altre o consigli segreti. Sia che si tratti di case singole o di grandi edifici come ville, quello che cambia è la quantità di materiale richiesto, e di pari passo, la dimensione della centrale aspirante.

“Tanto più grande la casa, quanto più potente dovrà essere l’aspirapolvere a muro”

Un caso a parte in ambito civile riguarda l’installazione del sistema di aspirazione centralizzata su edilizia verticale, particolare per gli ingombri solitamente ridotti e la necessità di contenere la rumorosità.

Un secondo aspetto al quale devi prestare attenzione per capire come funziona l’installazione di un impianto di aspirazione centralizzato è l’identificazione del numero ideale di bocchette aspiranti.

Dimensionamento impianto di aspirazione civile

Dimensionare un impianto di aspirazione significa in sostanza calcolare il materiale rete tubiera necessario per collegare il quantitativo di bocchette aspiranti voluto al corpo macchina.

I modi con cui puoi dimensionare il tuo sistema aspirante sono tre:

L’approccio fai da te per il dimensionamento di un impianto di aspirazione centralizzata non è poi così difficile. Se ti trovi in questa casistica, scarica il pdf con le istruzioni su come calcolare il numero ideale dei punti aspiranti.

Ti farà comodo sapere che se hai un installatore di fiducia e sei sei intenzionato a far predisporre a lui il tuo impianto di aspirazione centralizzato di casa, l’ideale è lasciargli carta bianca sulla scelta del posizionamento delle bocchette di aspirazione centralizzata.

Questo perché sarà l’installatore ad affrontare in cantiere i passaggi delle tubazioni e quindi a gestire eventuali sovrapposizioni con altri impianti.

L’installazione di un impianto di aspirazione a scomparsa Retraflex

L’impianto di aspirapolvere centralizzato con tubo a scomparsa alloggia il tubo flessibile all’interno delle tubazioni a muro. Così ogni volta che fai le pulizie, basterà recarsi in prossimità della bocchetta aspirante, sollevare il coperchio, sfilare quanta tubazione ti serve e accendere l’impianto. E il gioco è fatto.

L’installazione del sistema a scomparsa Retraflex è simile a quella del sistema di aspirazione polveri standard.

L’obiettivo anche in questo caso è ridurre la lunghezza del tubo al minimo necessario senza esagerare sulla lunghezza, e limitare il numero di bocchette scegliendo di posizionarle nel punto più baricentrico.

Ogni bocchetta di Retraflex alloggia un tubo flessibile dedicato: se sono presenti 2 bocchette serviranno 2 tubi flessibili, e così via… La lunghezza del tubo varia da bocchetta a bocchetta in funzione della copertura di superficie prevista dalla stessa.

Ecco quindi le peculiarità che contraddistinguono la posa dell’impianto di aspirazione con tubo che scompare dal sistema di aspirazione tradizionale:

  • i circuiti dedicati alle bocchette per il tubo che rientra nel muro usano tubazione e curve di colore bianco con diametro esterno maggiorato mm 51 (2”). Il diametro maggiore favorisce lo scorrimento del tubo flessibile all’interno. I tragitti della linea dorsale principale invece adotta la classica tubazione colore blu Ø esterno 50 mm;
  • la raccorderia dell’impianto Retra è di tipo speciale a larghissimo raggio e comprende 3 tipi di curva con raggiatura di 22°, 45° e 90°;
  • è richiesto uno spessore minimo del massetto pavimento di mm 180 per alloggiare correttamente la curva speciale a 90°;
  • la scatola Retra del sistema retrattile ha un ingombro maggiore rispetto alla contropresa tradizionale. La sua profondità è di mm 99 ma comunque idonea per essere installata su una parete con spessore minimo mm 100;
  • collegamento elettrico e Wireless. Sono possibili due tipi di avviamento: manuale da bocchetta aspirante, e Wireless da impugnatura.

Scegli subito se tipologia impianto Retraflex o tradizionale

Presta attenzione a scegliere subito se orientarti verso un impianto con tubo flessibile tradizionale o a scomparsa, perché è impegnativo integrare il tubo che scompare Retraflex quando l’impianto è già stato completato.

L’installazione di un sistema Retraflex è più delicata rispetto a quella di un impianto aspirante tradizionale. Vanno conosciuti alcuni parametri, come la minima distanza tra due curve consecutive ed il tipo di curva da impiegare, l’altezza della bocchetta da suolo a seconda che l’arrivo del tubo sia da pavimento o da soffitto, e altro ancora.

Lo sapevi che una buon modo per sapere di aver predisposto correttamente il materiale impiantistico di un impianto di aspirazione, in particolare se pregiato come quello a scomparsa Retraflex, è quello di collaudare l’impianto prima della realizzazione dei massetti?

Non prendere sotto gamba il lavoro di posa di questo sistema, specialmente se lo affidi ad un professionista che non l’ha mai predisposto prima d’ora.

Possiamo guidare te o il tuo installatore alla conoscenza del sistema Retraflex

Installazione aspirazione a battiscopa VacPan

installazione-bocchetta-aspirazione-battiscopa-vacpan

Dettagli tecnici di installazione de una bocchetta battiscopa VacPan. Credits image vaccity.com.au

La bocchetta aspirante a battiscopa è uno dei nuovi sistemi di pulizia della cucina e degli angoli remoti di casa.

E’ un prodotto interessante perché è quasi invisibile e consente di aspirare le polveri senza dover far ricorso al tubo flessibile, risparmiando tempo.

Si aziona con il piede agendo su una leva frontale e si accompagna la polvere con l’ausilio di una scopa.

In ambito residenziale è spesso disposto nello zoccolo della cucina, mentre in quello commerciale questa bocchetta viene scelta dai parrucchieri nei loro saloni per la comodità di poter accompagnare capelli e polveri nella bocchetta aspirante e farli aspirare dall’impianto, risparmiando tempo e mantenendo il salone sempre pulito.

L’installazione della bocchetta a battiscopa è semplice. Serve però prevedere in fase di posa delle tubazioni un apposito attacco a muro.

Richiedici il manuale di posa.

Installazione avvolgitore di tubo flessibile Vroom

installazione-avvolgitore-di-tubo-flessibile-vroom

L’avvolgitore di tubo flessibile Vroom si installa su soluzioni sottolavello dove l’accessibilità immediata al flessibile è comoda. Credits image H-PCentralVacs

Un altro valido accessorio speciale integrativo per l’impianto di aspirazione centralizzata è l’avvolgitore di tubo flessibile, il Vroom.

Installando Vroom disporrai di un tubo flessibile in loco, lì esattamente dove ti serve. Lo sai qual è la cosa bella? Lo usi quando ne hai bisogno, senza dover programmare le pulizie.

Con un Vroom vicino, puoi pulire pavimento, bagno, cucina senza sforzo ed evitando il rischio di sollevare polvere, perché la cattura tutta. La comodità è a portata di mano: quando sollevi l’impugnatura, l’aspirapolvere centralizzato si accende e puoi iniziare ad aspirare subito.

L’installazione di Vroom è semplice e veloce, in fase cantieristica è sufficiente prevedere l’arrivo di un tubo Ø50 mm standard in uscita dal muro, in corrispondenza del luogo scelto per installarlo.

Quanto costa l’installazione dell’impianto di aspirazione?

installazione-impianto-di-aspirazione-centralizzato-costo

Qual è il costo di un impianto di aspirazione centralizzato?

I vantaggi in termini di salute, igiene e di tempo che ottieni con l’impianto di aspirazione centralizzata sono notevoli. Non potrai ricavare benefici simili da nessun altro elettrodomestico per le pulizie di casa in mercato.

Approfondimento: Aspirapolvere centralizzato miglior sistema di pulizie per rimuovere acari in casa

Quando scegli di installare un impianto di aspirazione centralizzato per abitazione, fai fronte ad una spesa iniziale che può essere anche significativa, con un costo assimilabile a quello di un Folletto.

Si parla di circa 1.200-1.500 € per l’acquisto del materiale di predisposizione e completamento di un impianto aspirante standard per una casa di 150 mq. La maggior parte del costo è imputabile al prezzo dell’aspirapolvere centralizzato.

L’impianto di aspirazione a scomparsa Retraflex ha invece dei costi di predisposizione leggermente superiori.

Costa tanto? Costa poco? Dipende dai punti di vista. Probabilmente la giusta domanda da porsi quando si è in fase di valutazione è la seguente: quanto sono disposto a spendere per il benessere mio e della mia famiglia? E ancora: quanto posso stimare in termini di soldi il risparmio di tempo e l’agevolazione nelle fatiche che mi garantisce l’impianto di aspirazione?

Il costo medio di un installatore per la posa della rete tubiera dell’impianto di aspirazione centralizzata standard si aggira attorno ai 110-120 euro per punto presa, con minima variazione in funzione dei materiali scelti.

Il momento giusto per dotare la tua casa di questa tecnologia per il comfort e benessere è durante la costruzione o la ristrutturazione dell’immobile. Sei in questa fase? Beh allora che  aspetti? Chiedici subito un’offerta!

Richiedici un'offerta per la fornitura di materiale del tuo impianto

Igor Pizzinato

Igor Pizzinato

Specialista di impianti di aspirazione e ventilazione

Aiuto le persone a vivere una casa pulita e libera dalle polveri. Imprenditore del benessere domestico alla seconda generazione familiare, sono appassionato di benessere e tecnologia. Affianco il cliente nella scelta della migliore soluzione di impianto di aspirazione centralizzato e di ventilazione meccanica controllata (VMC) per massimizzare il livello di qualità di aria indoor nell’abitazione.

Scarica gratis la guida!

Lo sapevi che ogni giorno la salubrità all’interno delle nostre case è a rischio a causa dell’inquinamento indoor?


  • Ricevi continui aggiornamenti su come ottimizzare la pulizia della tua casa
  • Sii il primo a conoscere i trucchi e segreti delle nuove soluzioni e tecnologie del pulito domestico
  • Scarica la nostra guida gratuita su come installare l’impianto di aspirazione centralizzato

Privacy Policy

Ti potrebbe interessare anche

Alternative all’aspirapolvere centralizzato perfetto

"Signor Igor, sto guardando per un aspirapolvere centralizzato perfetto per la mia abitazione. Sono consapevole che forse il prodotto ideale non esiste, ma mi può consigliare un prodotto compatibile con il mio impianto?" E' questo ciò che mi sento spesso chiedere da...

Sistemi filtranti per aspirapolvere centralizzato

Un aspirapolvere centralizzato funziona grazie ad alcuni componenti cardine. Uno di questi è il sistema filtrante: se mi stai leggendo ora, significa che sai di cosa sto parlando, e vuoi saperne di più. Un approfondimento sul sistema filtrante è ciò che ti serve, sia...