Quale aspirapolvere centralizzato scegliere per la tua abitazione? Orientarsi tra le diverse tipologie e marche di aspirapolvere centralizzati in mercato non è facile.

La gamma di offerte è ampia, sono diversi i produttori e rivenditori attivi oggi sul mercato italiano. I modelli di aspirapolvere si differenziano in base alla tecnologia, alla componentistica interna e alle diverse fasce di prezzo.

Se stai per scegliere il tuo aspirapolvere centralizzato e stai leggendo questo articolo, ti vuoi probabilmente fare un’idea sui criteri di scelta o magari desideri confermare la tua opinione.

Solitamente il privato si rivolge all’installatore elettrico o idraulico di fiducia per la fornitura dell’aspirapolvere, tuttavia internet offre la possibilità di informarsi da soli su caratteristiche e prezzi dei prodotti. Navigando online troverai diverse opinioni e articoli su quale centrale aspirante sia meglio acquistare.

Quello che è importante che tu sappia da subito è che è conveniente basare la scelta del modello di centrale aspirante su una serie di considerazioni tecniche: dimensioni dell’abitazione, potenza del motore, tipologia di sistema filtrante, eventuale interfaccia elettronica.

Cose che vedrai nel corso della lettura di questo articolo, una mini-guida all’acquisto per l’utente finale, per aiutarti a valutare come scegliere il miglior aspirapolvere centralizzato.

Ingombro: aspirapolvere centralizzato a muro o da incasso?

Esistono due soluzioni per montare la centrale aspirante: un’installazione tradizionale con aspirapolvere a muro con corpo cilindrico, e una da incasso. TI spiego subito le differenze.

Con spazio sufficiente, scegli l’aspirapolvere con corpo staccato

Il classico aspirapolvere centralizzato da muro è dotato di corpo cilindrico staccato che include vano motore, sistema filtrante e contenitore polveri.

A seconda della grandezza dell’abitazione si propongono diverse taglie, nella maggior parte dei casi il bidone cilindrico assume le dimensioni di circa 90-100 cm di altezza e 30-35 cm di diametro.

Il telaio viene posto in coincidenza del punto iniziale dell’impianto di aspirazione polveri, da cui si diramano le linee di sviluppo delle tubazioni che congiungono alle bocchette.

Il sistema di separazione polveri che agisce in questa tipologia di aspirapolvere cilindrico a corpo staccato è quello del vortice ciclonico, e solitamente trova posto in locali tecnici, lavanderia o garage.

Per approfondire: Il sistema ciclonico dell’aspirapolvere centralizzato

Su spazi ridotti, valuta la centrale aspirante da incasso

Negli ultimi anni, alla tradizionale proposta dell’aspirapolvere a muro si è affiancata la centrale aspirante da incasso.

Si tratta di un aspirapolvere in miniatura installato nella parete che eredita buona parte delle caratteristiche virtuose dell’aspirapolvere a parete.

Aspetti di primaria importanza per chi vuole dotarsi di una centrale aspirante compatta in piccoli appartamenti, loft, e in edilizia verticale dove sono richiesti ingombri minimi sono:

  • le dimensioni ridotte;
  • la possibilità di installazione sia all’interno (incassata a muro) che all’esterno dell’abitazione (magari in un poggiolo).

Esistono modelli di centrale aspirante compatta che lavorano con sistema ciclonico, per simulare anche su questi piccoli aspirapolvere il funzionamento del vortice. Questa scelta, per lo più di natura commerciale, non sempre si sposa bene con la compattezza ricercata in questo tipo di installazione.

Come scegliere il miglior aspirapolvere centralizzato

Ora che hai un pò più di chiarezza sui sistemi di aspirazione con tipologia a vista e da incasso, voglio svelarti i 4 fattori chiave che ti aiuteranno a scegliere l’aspirapolvere centralizzato definitivo per la tua abitazione.

Il miglior aspirapolvere centralizzato è quello che ti permette di pulire gli ambienti abitativi garantendo il massimo comfort con una spesa contenuta.

Non è facile stilare una classifica degli aspirapolvere centralizzati migliori presenti oggi sul mercato e identificare quello che eccelle tra tutti. Questo a causa dell’ampia offerta di marche di centrali aspiranti e le specifiche esigenze di ogni acquirente, che variano in base al materiale del telaio, capienza contenitore, potenza, sistema filtrante, dimensioni, estetica…

Il principale fattore di scelta è la superficie dell’abitazione. La forza aspirante è direttamente proporzionale alla potenza del motore, la quale a sua volta è tarata sulla dimensione dell’abitazione: superficie e numero di livelli.

Tanto più grande è la superficie dell’edificio, tanto maggiore dovrà essere la potenza richiesta, in termini di AirWatts. A proposito, sai cos’è? Ora te lo spiego.

1. Scegli un motore aspirante performante

Con l’ingresso dell’alta efficienza nei motori di aspirapolvere all’inizio dell’ultimo decennio, il solo parametro di assorbimento elettrico in W, generalmente identificato come potenza, non è più sufficiente ad decretare una prestazione soddisfacente.

I motori odierni ad alta efficienza di nuova generazione hanno una prestazione nettamente superiore alle precedenti generazioni.

L’aspirapolvere centralizzato tuttavia non ha classe energetica: non troverai indicazioni sull’etichetta riguardanti la classe di efficienza A+++, A++… Questo perché si tratta di un impianto e non di un elettrodomestico.

Ecco quindi che il parametro a cui prestare attenzione per la scelta del motore aspirante è l’ Airwatts, piuttosto che l’assorbimento elettrico in termini di Watts.

Approfondimento da non perdere: Motore per aspirapolvere centralizzato: quale scegliere per prestazione e affidabilità?

CONSIGLIO: la mia opinione è di scegliere un aspirapolvere centralizzato il cui motore abbia un buon numero di Airwatts con giusto compromesso tra portata d’aria e depressione.

Su cataloghi e siti troverai almeno una referenza che indica la superficie di abitazione per la quale il motore dell’aspirapolvere è idoneo. Allora vai in cerca anche del parametro che ti ho appena svelato, l’Airwatts. Se hai dubbi sulla scelta del motore aspirante puoi consultare un esperto professionista scrivendoci una mail.

2. Sistema filtrante: cartuccia poliestere o autopulente?

Se il motore può essere considerato il cuore della centrale aspirante, il filtro ne è il polmone. E’ ciò che, per davvero, dà respiro al motore.

La finalità del filtro di un aspirapolvere centralizzato è duplice:

  • tutelare il motore;
  • separare le polveri sottili da quelle grossolane, espellendo acari e allergeni e trattenendo la sporcizia nel contenitore.

Un’ampia superficie filtrante è già un buon punto a favore per la scelta di una centrale aspirante. Marche e modelli differiscono  per la tecnologia del sistema filtrante.

CONSIGLIO. Il filtro più diffuso è sicuramente quello a cartuccia cilindrica in poliestere. Ma il filtro che negli ultimi tempi si sta distinguendo per via delle sue prestazioni, è il sistema filtrante autopulente: non richiede energia, usa una membrana in Gore-Tex con passaggio ridotto a soli 0.3 micron che ne massimizza l’efficacia e l’igiene, e richiede un intervento di manutenzione ridottissimo di una sola volta l’anno.

Approfondimento: Sistemi filtranti per aspirapolvere centralizzati: tipologie e giudizi

Guarda il video sottostante per conoscere il funzionamento del sistema filtrante autopulente in Gore-tex .

3. Scegli il grado di sofisticazione elettronica

Ovvero tutta l’elettronica di aiuto all’utilizzo del sistema di aspirazione delle polveri.

Ormai la gran parte degli aspirapolvere centralizzati integra un sistema di avvio soft-start. E’ un fattore “green”: riduce il consumo di energia elettrica.

Altro benefit è quello che deriva dalla presenza di display e interfaccia elettronica. Questi elemento forniscono informazioni in tempo reale sul funzionamento dell’aspirapolvere. Offrono un valore aggiunto, ma non sono indispensabili.

Solitamente i modelli di aspirapolvere con display hanno un prezzo maggiore, il quale viene spinto anche come argomento di vendita. Ti serve davvero tutta questa elettronica? Se proprio la desideri, scegli un prodotto di eccellenza di qualità superiore con certificazioni di pregio quali la Plus X Award che ha guadagnato la linea delle centrali Beam di Electrolux.

Approfondimento: Perché scegliere un aspirapolvere centralizzato semplice senza sofisticazioni

CONSIGLIO: meno elettronica c’è, meglio è. Una centrale aspirante “elettronicamente avanzata” può essere anche un boomerang nel tempo. L’elettronica è comoda ma ti invito a considerarla come qualcosa che può rompersi, è un plus a cui puoi anche rinunciare, in cambio della tranquillità di non dover avere pensieri componenti da gestire.

Non c’è tanto di cui avrai veramente bisogno per fare le pulizie di casa a fondo se non di un motore potente e prodotti affidabili.

"OK Igor, interessante e vorrei un consiglio sulla scelta da fare"

4. Aspirapolvere centralizzato silenzioso

Sei d’accordo anche tu con me nel dire che ci impegniamo, almeno in casa, di contenere i rumori? Viviamo vite sempre più frenetiche e spesso assordanti.

La quiete la cerchi per te, e per la tua famiglia, e se hai del buon vicinato, ti preoccupi anche di non contribuire al loro disturbo.

Approfondimento: Come usare l’aspirapolvere centralizzato in condominio senza far rumore

Scegliere il miglior aspirapolvere centralizzato significa anche fare attenzione al grado di benessere che esso può garantirti. E la rumorosità è un aspetto da non tralasciare perché incide sulla qualità di vita all’interno dell’ambiente in cui si vive.

Tra i più silenziosi aspirapolvere centralizzati, Beam Electrolux serie Alliance è sicuramente uno dei più silenziosi in mercato con soli 63 dB.

CONSIGLIO: ormai tutte le centrali aspiranti in circolazione hanno dei buoni sistemi di isolamento: diversi fra loro, ma presenti. Si distinguono per eccellenza in silenziosità delle centrali aspiranti con telaio in plastica e con labirinto insonorizzato integrato, che adottano produttori quali Beam Electrolux, AEG, Globovac e General D’Aspirazione nelle serie GDA.

L’importanza dell’assistenza: continuità e reperibilità

Ultimo consiglio, ma non in termini di importanza, è quello di orientati su articoli in grado di assicurarti qualità, performance e affidabilità sul lungo periodo.

La manutenzione è un impegno di tipo ordinario e va svolto regolarmente sulla base del tempo di utilizzo, su cui quasi tutti i prodotti dei diversi marchi produttori si equivalgono.

Leggi anche: Ottimizza la prestazione del tuo aspirapolvere centralizzato con una buona manutenzione

L’assistenza in caso di guasto, invece, è un intervento di extra-ordinario e seppur non intervento che possa avvenire con frequenza, è bene che tu sappia potrebbe costare energie e denari.

Alcuni brand produttori di centrali aspiranti vincolano la riparazione a circuiti chiusi loro fidelizzati di centri assistenza specializzati, detti anche “autorizzati”.

Noi di Aspiredil siamo invece dell’idea che un privato, o un qualsiasi installatore professionista, siano più che in grado di intervenire da soli all’assistenza e riparazione, potendo acquistare il componente da rivenditore o direttamente online.

Puoi anche scegliere il tuo aspirapolvere centralizzato finalizzando l’acquisto online, trovandolo probabilmente un buon prezzo, ma quello su cui devi ragionare è di poter contare su un prodotto che ti garantisca continuità di assistenza su post vendita, e in caso di interventi speciali per riparazione di guasti.

Nella scelta del prodotto tieni quindi conto di:

  • qualità di componenti;
  • garanzia di reperibilità di componenti in mercato, ovvero la continuità aziendale;
  • assistenza sul prodotto da parte del venditore con la disponibilità a fornirti il ricambio direttamente senza vincoli a centri assistenza autorizzati.

Ora che conosci anche tu a fondo le caratteristiche dei sistemi aspiranti, rimane una sola cosa da fare: sulla scorta di quanto letto, scegliere il miglior aspirapolvere centralizzato per la tua abitazione. Buona fortuna! 😉

Contattami per scegliere il miglior aspirapolvere centralizzato

Igor Pizzinato

Igor Pizzinato

Specialista di impianti di aspirazione e ventilazione

Aiuto le persone a vivere una casa pulita e libera dalle polveri. Imprenditore del benessere domestico alla seconda generazione familiare, sono appassionato di benessere e tecnologia. Affianco il cliente nella scelta della migliore soluzione di impianto di aspirazione centralizzato e di ventilazione meccanica controllata (VMC) per massimizzare il livello di qualità di aria indoor nell’abitazione.

Scarica gratis la guida alla scelta!

Cerchi consigli per una scelta mirata del tuo aspirapolvere centralizzato?


  • Scarica la nostra guida gratuita con  i consigli sulla scelta del miglior aspirapolvere centralizzato
  • Ricevi continui aggiornamenti su come ottimizzare la pulizia della tua casa
  • Sii il primo a conoscere i trucchi e segreti delle nuove soluzioni e tecnologie del pulito domestico

Privacy Policy

Ti potrebbe interessare anche

Tipologie di motore per aspirapolvere centralizzato: guida pratica

In ogni aspirapolvere centralizzato l’elemento che nel lungo termine fa la maggior differenza è sempre il motore. E’ per questo che ho deciso di realizzare un articolo definitivo che spieghi a fondo caratteristiche, pregi e difetti dei vari modelli di motori aspiranti...

Alternative all’aspirapolvere centralizzato perfetto

"Signor Igor, sto guardando per un aspirapolvere centralizzato perfetto per la mia abitazione. Sono consapevole che forse il prodotto ideale non esiste, ma mi può consigliare un prodotto compatibile con il mio impianto?" E' questo ciò che mi sento spesso chiedere da...

Sistemi filtranti per aspirapolvere centralizzato: guida pratica

Un aspirapolvere centralizzato funziona grazie ad alcuni componenti cardine. Uno di questi è il sistema filtrante: se mi stai leggendo ora, significa che sai di cosa sto parlando, e vuoi saperne di più. Un approfondimento sul sistema filtrante è ciò che ti serve, sia...