Praticità,
design,
efficienza.

Aspirazione centralizzata,
cos’è, come funziona e quanto costa.

Guida pratica

Aspirazione centralizzata

L’aspirazione centralizzata è quel sistema di aspirazione delle polveri di casa che si sviluppa sottotraccia e a massetto, talvolta anche a controsoffitto, e che tramite tubazioni collega i punti aspiranti ad una centrale aspirante che espelle in atmosfera le micropolveri. Proviamo a spingerci più nel dettaglio, e comprendere le basi dell’aspirazione centralizzata, la scelta dell’aspiratore, i benefici per il comfort e la salute, e l’impegno economico di acquisto.

Funzionamento

Il gesto che aziona un sistema di aspirazione centralizzata è la connessione del tubo flessibile alla bocchetta aspirante a muro.

Un contatto elettrico in tensione di sicurezza in corrispondenza della presa di aspirazione aziona la centrale aspirante, che fornisce immediatamente portata d’aria e depressione, con stessa intensità in qualsiasi punto dell’edificio, necessarie ad aspirare e rimuovere le polveri di casa.

Una volta pulita l’abitazione, non dovrai più preoccuparti per la presenza di micropolveri, acari e allergeni: tutto lo sporco che viene aspirato da pavimenti, tappeti e arredo di casa raggiunge la centrale aspirante dove viene prima filtrato, e poi raccolto.

L’ambiente della tua residenza diventa così pulito come non mai, la qualità dell’aria indoor incrementa in modo esponenziale grazie alla rimozione degli acari, portando beneficio alla salute tua e dei tuoi familiari.

Scelta

Come scegliere un aspirapolvere centralizzato

L’aspirapolvere centralizzato è il cuore del sistema di aspirazione. La scelta della centrale aspirante è una decisione che si affronta sia in fase iniziale con l’acquisto del materiale di predisposizione, sia in fase di completamento di un impianto aspirante già predisposto.

Scegliere il miglior aspirapolvere centralizzato per la propria casa compiendo una ricerca online non è poi così difficile, ma per fare una spesa oculata è bene basare la propria scelta su alcuni parametri fondamentali.

Senza le giuste informazioni, infatti, potresti vagare tra moltitudine di dati tecnici e argomenti commerciali differenti per i tanti modelli di aspirapolvere a parete, con il rischio di vanificare il tuo impegno di acquisto.

C’è una buona notizia, ed è questa: gli impianti di aspirazione centralizzata si adeguano ad uno standard. Significa cioè che qualsiasi centrale aspirante tu sceglierai, avrai la certezza di poter completare un impianto già posato indipendentemente dalla marca del materiale.

Scegliere in base alla superficie dell’abitazione

I criteri solitamente presi in considerazione nella valutazione di un aspirapolvere centralizzato per la propria casa sono:

  • la superficie dell’abitazione;
  • il numero delle bocchette aspiranti, se impianto già predisposto;
  • la tipologia del sistema filtrante dell’aspirapolvere;
  • il grado di sofisticazione della gestione elettronica integrata, se voluta (non è una componente indispensabile).

La superficie dell’abitazione è sicuramente il parametro principale sulla base del quale giudicare la potenza del motore dell’aspirapolvere centralizzato.

Una centrale aspirante sottodimensionata eroga poca portata d’aria e poca depressione, con ridotte prestazioni di pulizia.

Al contrario, un aspirapolvere da muro con grande potenza non è mai sprecato poiché offre prestazioni elevate, ma ne va ponderata la spesa, poiché ha solitamente un costo proporzionalmente più grande.

E’ importante per te sapere che la scelta di una centrale aspirante compatta, ideale per piccoli appartamenti di 100-120 mq, è diversa dalla scelta di un aspirapolvere ciclonico a parete pensato per case o villette di 350-400 mq.

Approfondimento: 4 consigli per scegliere al meglio l’aspirapolvere centralizzato

Aspirazione con tubo retrattile Retraflex

Se stai considerando l’acquisto di un moderno sistema di aspirazione centralizzata con tubo a scomparsa, ti farà piacere sapere che i criteri di scelta della centrale aspirante sono i medesimi di un impianto di aspirazione standard, a patto che la lunghezza dei tratti di tubo flessibile retrattili non sia eccessiva.

Approfondimento: Come funziona l’aspirazione centralizzata con tubo retrattile Retraflex

Vantaggi

Vantaggi di un sistema di aspirazione centralizzata

L’impianto di aspirazione centralizzata va a integrarsi con l’immobile, fornendo un valore aggiunto a tutto l’insieme dell’edificio. Le famiglie italiane sono da sempre abituate ad utilizzare l’aspirapolvere tradizionale a traino, o la scopa elettrica.

Se ti stai chiedendo quali siano i pro e i contro di un impianto di aspirazione centralizzata, le prossime righe sono quelle che potranno aiutarti in fase di valutazione di acquisto del prodotto.

Dotare la propria casa di un impianto di aspirazione centralizzata equivale a fare un investimento razionale, per aumentare il valore dell’immobile. La durata delle tubazioni e della centrale aspirante è nettamente superiore a quella di un aspirapolvere portatile.

Grande potenza dei motori professionali e ridotti consumi dei nuovi motori ad alta efficienza sono benefici che migliorano l’efficienza energetica e riducono il costo in bolletta. L’investimento dell’aspirazione centralizzata si va ad ammortizzare con l’uso.

Un punto a sfavore del sistema di aspirazione è il costo iniziale, che potrebbe spaventare le famiglie medie da effettuare questo vantaggioso investimento. Si tratta di una spesa iniziale, che viene ammortizzata nel tempo.

Pratico e silenzioso. Pulizie di casa senza sforzo

I tubi flessibili rendono pratico l’uso di un impianto di aspirazione, riducono i problemi di doversi trascinare dietro aspirapolvere e cavo, e di dover sorreggere il peso di una scopa elettrica per fare le pulizie di una scala.

Il tubo dell’aspirapolvere è un accessorio confortevole dotato di un sistema di azionamento della centrale aspirante integrato su impugnatura, e nei sistemi più evoluti, consente di regolare la potenza di aspirazione.

L’impianto di aspirazione è silenzioso e questo è un altro grande vantaggio.

Nessun fastidioso rumore di motorini sull’orecchio come accade con l’uso degli aspirapolvere tradizionali. Sarà un piacere sentire soltanto il rumore dell’aria che viene aspirata, con una potenza senza eguali.

Approfondimento: Beam Alliance la centrale aspirante più silenziosa in mercato

Massima igiene e salubrità allontanando acari e allergeni

La presenza di un impianto di aspirazione è un valido alleato nella vita di soggetti allergici.

Il convogliamento delle polveri tramite le tubazioni conduce polveri e sporcizie aspirate prima in centrale aspirante, installata in uno spazio tecnico esterno dagli ambienti living, e poi espulsa in atmosfera, all’esterno dell’abitazione.

A differenza di quanto accade con l’uso di un aspirapolvere a traino o di una scopa elettrica, come il folletto, con l’uso dell’aspiratore centralizzato non entri mai in contatto diretto con le micropolveri in sospensione in aria. Nessun ricircolo vizioso di micropolveri, acari e micro-inquinanti.

Il risultato finale è una casa pulita e respirabile.

Approfondimento: L’aspirazione centralizzata migliora la qualità di vita alle persone allergiche

Installazione

Installazione di un impianto di aspirazione centralizzato

Puoi utilizzare un aspirapolvere centralizzato quando è stata predisposta la tubazione sottotraccia su pavimenti e pareti.

Prima di pensare alla parte pratica di posa di tubazioni in cantiere, si effettua un dimensionamento dell’impianto di aspirazionesulla base della superficie e sul numero di piani dell’abitazione. Solo successivamente, si identifica poi la posizione ideale della centrale aspirante.

Solitamente l’aspirapolvere da muro si installa nei piani inferiori della casa, in un locale tecnico (lavanderia, locale macchine) o garage. Talvolta è installato all’esterno, con opportuni accorgimenti protettivi nei confronti dell’acqua piovana.

Schema e sviluppo di una predisposizione standard

Lo sviluppo dell’insieme dei materiali quali tubi, curve, derivazioni, manicotti, controprese e bocchette che compongono l’intero impianto di aspirazione centralizzato, potrebbe sembrarti un groviglio. La logica di installazione è invece piuttosto semplice, se sai come fare.

Per aiutarti a comprendere con facilità il miglior modo di gestire il lavoro in cantiere, ti proponiamo uno schema dell’impianto di aspirazione esemplificativo standard.

Come puoi notare dallo schema, nel caso di abitazioni a più piani, l’impianto sviluppa una linea dorsale principale, direttamente connessa alla centrale aspirante, da cui si diramano linee di tubazioni secondarie che congiungono alle prese di aspirazione.

Alcuni aspetti a cui l’installatore presta attenzione durante la posa della rete tubiera in cantiere sono:

  • l’incollaggio delle tubazioni;
  • la giunzione di tubazioni e raccorderia;
  • il rispetto del corretto verso delle derivazioni.

Forse non sapevi che nelle tubazioni dell’aspirazione centralizzata, non esistono connessioni di tipo maschio-femmina, diversamente dalle logiche di posa dell’impianto idraulico.

Predisposizione aspirazione centralizzata fai da te

Se sei intenzionato ad eseguire la posa dell’impianto di aspirazione con il fai da te sfruttando le tue doti manuali, devi sapere che esistono kit di predisposizione aspirazione completi già dimensionati sulla base del numero di punti presa aspiranti ipotizzati.

Questo vale anche nel caso in cui intendi delegare l’installazione al tuo installatore di fiducia ma acquistando il materiale online per avere un maggiore risparmio e rispettare la tua libertà di scelta.

Se intendi procedere ad una installazione fai da te del tuo aspirapolvere centralizzato sappi che in generale è sempre preferibile predisporre lo sfiato dell’aria in atmosfera, per avvantaggiarsi del beneficio igienico di espellere fuori dalla casa micropolveri e acari.

Impianto di aspirazione centralizzata industriale terziario

Stai cercando informazioni per la posa di un impianto industriale di aspirazione centralizzata, di tipo terziario a più operatori contemporanei per alberghi, comunità, centri convegni, cinema, ospedali?

Approfondimento: Impianto di aspirazione centralizzato per terziario

Manutenzione

Manutenzione di un impianto di aspirazione polveri

La manutenzione di un sistema di aspirazione centralizzata è poco impegnativa. E’ un pregio che molte famiglie apprezzano.

L’agio è garantito dalla struttura con la quale è concepito l’impianto, che separa la parte di raccolta polveri, da quella funzionale del motore, a quella operativa di aspirazione delle polveri da pavimenti e arredo con tubo flessibile.

Manutenzione ordinaria dell’aspirapolvere: pulizia del filtro

La manutenzione operativa di un aspirapolvere centralizzato richiede lo svuotamento del contenitore polveri ogni 3 o 4 mesi, la pulizia del filtro con costanza, e l’eventuale sostituzione dello stesso circa ogni 10 anni.

Approfondimento: Come fare una eccellente manutenzione del tuo aspirapolvere centralizzato

E’ la tipologia del sistema filtrante a determinare la sua frequenza di pulizia. Il classico filtro a cartuccia cilindrica in poliestere, impiegato nella maggioranza delle centrali aspiranti, va pulito ogni 3-4 mesi di utilizzo. E’ sufficiente scuotere la cartuccia all’interno di un sacchetto per scrollare le polveri grossolane, o soffiarlo con il compressore.

La filtrazione di un sistema aspirante che adotta un sistema di autopulizia è più performante e richiede minore manutenzione, in questo modo si riduce anche l’esposizione ad acari e micropolveri.

La capacità filtrante incrementa la sua incisività quando si sceglie un aspirapolvere con filtro autopulente in membrana Gore-Tex.

Manutenzione straordinaria per intasamento, un timore infondato

Alcune persone si spaventano per il fatto che le tubazioni sono installate all’interno del muro, sottotraccia e a massetto, e temono che possano intasarsi o subire perdite di aria. La paura è quella di dover poi fare lavori di sistemazione, eseguire opere murarie e richiedere l’intervento di un installatore specializzato.

Sei anche tu sei tra le persone che sono spaventate dai problemi dell’aspirazione centralizzata? Sappi che il timore per un problema di ostruzione dell’impianto è del tutto improbabile, dal momento che la rete tubiera è progettata in modo tale che tutto il materiale aspirato giunga in centrale senza interruzione e ostruzione all’interno dei tubi. L’incollaggio della rete tubiera garantisce la tenuta.

Esistono tuttavia nel territorio nazionale alcune aziende specializzate per interventi e manutenzioni di tipo straordinario su impianti di aspirazione, specialmente se di grandi dimensioni, con strumentazione avanzata come la sonda, telecamera in alta definizione, strumento di rilevazione a infrarossi.

Aspiredil Srl è una di queste aziende all’avanguardia, in grado di supportare l’utente intervenendo sul territorio e anche offrendo consulenza diretta a distanza.

PREZZI

Prezzo di un impianto aspirapolvere centralizzato

L’impianto di aspirazione centralizzata è una scelta definitiva per liberare dalla polvere gli spazi di casa o mantenere facilmente alti livelli di igiene in uffici, esercizi pubblici o locali di aziende.

Quando si parla di sistema di aspirazione centralizzato i prezzi possono variare in base a diversi fattori importanti, come l’ampiezza degli spazi da servire e la qualità del sistema che si decide di installare.

In linea generale, il costo dell’impianto di aspirazione si ripaga in poco tempo, perché le operazioni di pulizia si rivelano fin da subito molto più rapide, semplici ed efficaci, con evidenti risultati.

La spesa per l’acquisto del materiale che serve per realizzare l’impianto di aspirazione è sempre frazionabile in due fasi: predisposizione iniziale e completamento. Se agisci in questo modo, diluisci l’investimento nel tempo.

Quanto costa l’installazione dell’impianto

Il costo di predisposizione di un impianto di aspirazione centralizzata ha un’esposizione economica contenuta.

La posa della tubazione eseguito da parte di un installatore, compresa la parte elettrica per avvio della centrale aspirante, oscilla dai circa € 110 a € 130 a punto aspirante, escluso opere edili e bocchetta di rifinitura.

Se opti invece per un acquisto online del kit aspirapolvere centralizzato, e ti organizzi per installarlo con il fai-da-te, o delegando la posa ad un professionista esterno, abbatti il costo.

Aspirapolvere centralizzato prezzo: una scelta di qualità che genera convenienza

La spesa maggiore riguarda la parte di completamento dell’impianto di aspirazione: l’acquisto della centrale aspirante.

Il prezzo di un aspirapolvere centralizzato di piccole dimensioni per abitazioni fino ai 200 mq varia dai 450 € ivati di un modello economico, ai 550-600 € di una macchina con corpo in plastica, ai circa 900-1.000 euro per uno delle migliori marche quali Beam Electrolux, Aertecnica-Tubò , Sistem Air, General D’aspirazione…

In fase di scelta dell’aspirapolvere centralizzato prezzi e qualità sono i due aspetti che bisogna tenere maggiormente in considerazione. Una stazione aspirante deve, infatti, garantire ottimi livelli di funzionamento e alta affidabilità, per produrre i risultati attesi.

Prima di avere la certezza di aver acquistato uno tra i migliori aspirapolvere centralizzati, ti consiglio di scoprire tutte le caratteristiche e conoscere prezzo e vantaggi di quello che è un sistema destinato a durare per sempre, al tuo fianco nella sfida contro polvere e allergeni.

Maggiore è il costo dell’aspirapolvere e più alte sono le attese sulla resa.

In genere il costo è sinonimo di garanzia, tuttavia si deve anche considerare che un prezzo più alto è anche riflesso di un brand più strutturato, e di costi d’impresa maggiori. Ciò che garantisce la convenienza del prodotto sono i materiali e componenti interni.

Per questa ragione è giusto cercare una soluzione che sia anche economicamente vantaggiosa ma che preveda, innanzitutto, l’impiego di dispositivi delle migliori marche come Electrolux, prodotti e installati da specialisti del settore.

Investire in qualità garantisce un risparmio in termini di consumi e di longevità e ti consente di avere a disposizione le centrali aspiranti più performanti, oltre a set di accessori ricchi di funzioni.

Detrazioni fiscali

Lo sapevi che nell’anno in corso è possibile usufruire delle detrazioni fiscali per l’aspirapolvere centralizzato?

In fase di ristrutturazione del tuo immobile puoi accedere all’IVA agevolata 10% e godere della detrazione fiscale al 50%.

Se invece stai costruendo la tua nuova abitazione ed è la tua prima casa, puoi usufruire dell’aliquota IVA agevolata al 4%.

Come accedere ai benefici delle agevolazioni fiscali per il tuo impianto di aspirazione? Semplice: fornisci i tuoi documenti al fornitore, comunicando copia dell’atto di permesso del comune a ristrutturare (SCIA), e siglando un modulo di autocertificazione per l’IVA agevolata.

Il preventivo

Affidarti al parere di un esperto specializzato in aspirazione centralizzata, oltre al consulto dell’installatore di fiducia, è certamente uno dei modi migliori per giungere ad un preventivo gratificante per il tuo impianto di aspirazione centralizzata.

Non rischiare di spendere dei soldi a casaccio seguendo uno stile di un acquisto impulsivo e senza informarti a dovere.

Il sistema di aspirazione è un plus di comfort per la tua casa che installi una volta per tutte, non è il tipo di acquisto dove ti puoi permettere di scoprire solo a posteriori quale fosse il prodotto più giusto per le tue esigenze.

Contatta uno specialista del benessere domestico e sarai guidato nella migliore scelta rispettosa anche del tuo budget di spesa.

DAL BLOG

Articoli correlati all’aspirazione centralizzata