Viviamo in un era di forte inquinamento. Una delle prime cose che gli italiani fanno per porre tutelarsi dal problema dell’inquinamento indoor è quella di cercare una soluzione online, ed è qui che si scopre l’importanza dei purificatori d’aria.

I rimedi più suggeriti online sulla purificazione dell’aria degli ambienti domestici riguardano l’inserimento di particolari specie di piante per purificare l’aria, il porre attenzione alla scelta dei materiali per l’arredo di casa e alla qualità dei prodotti per la pulizia, ed il consigliare l’acquisto di un purificatore d’aria.

I purificatori d’aria sono speciali dispositivi concepiti per sanificare l’aria degli ambienti interni, agiscono debellando batteri, virus, pollini, odori sgradevoli e micro-inquinanti.

Il pubblico sta dimostrando sempre più interesse verso i depuratori d’aria, forse per via delle dimensioni compatte e della facilità di installazione, forse per il costo piuttosto contenuto.

Se stai cercando di capire qualcosa di più sull’utilità dei purificatori d’aria, continua a leggere questo articolo, e troverai la risposta.

A cosa servono i purificatori d’aria

A cosa servono i purificatori d'aria

I purificatori d’aria sono piccoli dispositivi con sistema di filtrazione che servono a purificare l’aria di un ambiente indoor, quali stanze di casa o ufficio, eliminando le sostanze nocive e impurità, ripristinando una qualità di aria migliore.

Leggi anche: Come purificare l’aria in casa? Elenco dei migliori rimedi

E ti potrebbe interessare anche: Inquinanti indoor, conosci tutti i nemici dell’aria salubre

I depuratori d’aria si sono dimostrati particolarmente utili per persone che soffrono di disturbi allergici perché agiscono abbattendo il carico delle sostanze allergeniche, polveri sottili e ultrasottili derivanti dall’inquinamento atmosferico ed emissioni di impianti industriali o di riscaldamento,incluso il particolato PM10 fino al più piccolo PM2.5, fumo di sigaretta e muffa.

Fin qui tutto bene, quindi. Ma cosa dire in merito a chi si chiede se il purificatore serve davvero? E’ sempre vero che funziona in modo eccelso per rimuovere tutte, ma proprio tutte, le sostanze inquinanti nell’aria di casa? Vediamolo subito, la risposta è già nel prossimo paragrafo.

Limitazioni del purificatore d’aria

Se ti stai informando sull’utilità in termini di benefici di salute che un purificatore d’aria, ritengo personalmente doveroso menzionare le limitazioni intrinseche di questi dispositivi domestici nell’abbattimento delle sostanze inquinanti.

E’ stato dimostrata nell’anno 2018, grazie ad un test svolto da Altroconsumo, la scarsa efficacia dei purificatori d’aria nell’arginare il carico degli inquinanti organici volatili (VOC) e di anidride carbonica.

classifica efficienza rimozione allergeni purificatori aria casa secondo altroconsumo.jpg

Tabella comparativa sul grado di efficienza di alcuni tra i migliori purificatori d’aria nella rimozione di polveri e allergeni. Credits altroconsumo.it

E’ pur vero che si sta parlando di piccoli dispositivi, che nascono per lavorare puntualmente, su quantità d’aria ridotte.

E’ chiaro che non ci si possa attendere miracoli da un purificatore d’aria domestico e che la loro prestazione non possa essere assimilabile all’azione di un impianto, come ad esempio quello del ricircolo d’aria forzato.

Approfondisci lo studio di Altroconsumo: La scarsa efficacia dei purificatori d’aria sulla rimozione di benzene e formaldeide

Purificare l’aria: il valore delle piccole azioni quotidiane

Il purificatore d’aria non è la soluzione a tutti i mali. Il miglior modo per abbattere il carico degli inquinanti resta l’attenzione da porre alle piccole azioni quotidiane.

Aprire le finestre per cambiare aria in casa

Aprire le finestre per cambiare aria in casa, un semplice gesto che aiuta a smaltire alcune sostanze inquinanti

Stiamo parlando di gesti tanto semplici quanto abitudinari:

  • lavarsi spesso le mani,
  • evitare di fumare in casa,
  • installare estrattori d’aria in bagno e cucina,
  • evitare di tenere una temperatura troppo alta in casa,
  • ridurre al minimo la presenza di tappeti e tenerli costantemente puliti,
  • lasciare gli animali fuori dalle camere da letto,
  • aprire le finestre.

Il sistema di ventilazione meccanica controllata

E’ proprio sull’apertura delle finestre per cambiare l’aria che entra in gioco il problema dell’efficienza energetica.

Nelle abitazioni di ultima generazione, rese efficienti per il recupero energetico, non ci sono spifferi naturali e l’ambiente diventa stagno.

Se abiti in una casa di questo tipo, e sei intenzionato a migliorare il livello di qualità dell’aria indoor, devi sapere che non sarà probabilmente sufficiente il solo inserimento di uno o più purificatori d’aria per garantire una purificazione costante dell’aria, e nemmeno potranno innalzare il tenore di comfort e benessere.

Impianto vmc come sistema che contribuisce a purificare l'aria di casa, grazie al ricircolo forzato.

Impianto vmc come sistema che contribuisce a purificare l’aria di casa, grazie al ricircolo forzato.

In case di nuova costruzione o in ristrutturazione, la soluzione definitiva e più efficace è l’installazione del sistema di ventilazione meccanica controllata, che gestisce il ricambio d’aria mantenendo alta l’efficienza energetica grazie al recupero di calore.

Al contempo, gestisce il tasso di umidità smaltendo il vapore acqueo in eccesso (cosa che il purificatore d’aria non può fare), e controllando il livello di anidride carbonica.

Aspirare la polvere dai pavimenti

Secondo il periodico InSalute di Altroconsumo, “per ripulire in maniera radicale un ambiente domestico dagli allergeni non è sufficiente solamente accendere il purificatore d’aria, serve aspirare anche la polvere dai pavimenti, possibilmente con un apparecchio con un filtro idoneo allo scopo”.

Non posso che essere d’accordo con quanto sostenuto dal periodico: non ha senso parlare di purificazione dell’aria se prima non si rimuovono le polveri da terra, pavimenti, tappeti e arredo, le stesse polveri contenenti acari e allergeni che circolano in sospensione in aria ai primi colpi di scopa.

Aspirare la polvere

Il nostro consiglio? Armati di un buon aspirapolvere con filtro HEPA se intendi raggiungere un alto livello di qualità di aria indoor, e se sei in costruzione di una nuova abitazione, valuta assolutamente l’installazione di un sistema di aspirapolvere centralizzato.

Come scegliere il miglior purificatore d’aria

Come scegliere il miglior purificatore d'aria

Quali sono i parametri per scegliere il miglior purificatore d’aria? Te lo spieghiamo nelle prossime righe dell’articolo.

Scegliere un purificatori d’aria per la propria abitazione o per l’ambiente di lavoro, ad esempio ufficio, non è poi così difficile se sai come fare, e se conosci i parametri fondamentali di funzionamento.

Esistono tantissimi dispositivi in mercato che promettono di fare tutti bene la stessa cosa: liberare l’aria di casa dalle sostanze contaminanti e permetterci di respirare aria pulita.

Il fatto è che quando si iniziano ad approfondire le caratteristiche e i vantaggi di ciascun purificatore d’aria, ci si trova di fronte a talmente tanti parametri che è facile farsi una classifica personale, magari non del tutto corretta perché serve approfondire ogni parametro. O meglio, riteniamo che tu possa fare una miglior scelta se conisci almeno i parametri principali.

E’ per questo che abbiamo scritto le prossime righe: per aiutarti a scegliere il tuo purificatore d’aria concentrandoti sugli aspetti più importanti.

Prima di addentrarci su criteri tecnici, dovresi iniziare a chiederti:

  • qual è l’ambiente, o gli ambienti, dove il depuratore d’aria deve agire;
  • quali sono le necessità di utilizzo: perché sto acquistando un purificatore? soffro di allergia alle polveri?, sono sensibile al problema dello smog e del particolato sottile da inquinamento da traffico?..;
  • qual è il budget di spesa.

E ora partiamo con lo studio dei fattori tecnici di funzionamento dei purificatori, partendo dal tipo di filtro.

1. Sistema di filtrazione

Il sistema filtrante è il cuore di ogni purificatore d’aria.  E’ importante conoscere i sistemi di filtrazione per poter stabilire il migliore, anche in base all’esigenza di impiego nella eliminazione delle sostanze nocive.

Le tipologie di sistemi filtranti per purificatori d’aria più utilizzati sono:

  • filtro HEPA (High Efficiency Particulate Air – Aria Particellare a Elevata Efficacia), in grado di filtrare le particelle più piccole fino a 0,3 micron di diametro con un’efficacia del 99,97% (dato consolidato dichiarato sempre in accostamento a questa tipologia di filtri). Può trattenere anche gli acari e i pollini;
  • filtro a carboni attivi, efficace nella rimozione degli odori;
  • tecnologie senza filtro, come il sistema filtrante TSS di Airfree. Tale sistema è in grado di eliminare in maniera naturale fino al 99.99% dei microrganismi e allergeni nell’aria, garantendo all’utilizzatore una qualità dell’aria decisamente migliore. L’aria inquinata entra nel depuratore d’aria Airfree ed elimina i microrganismi con una temperatura vicina ai 200 °C. L’aria viene purificata e si raffreddata in un circuito interno del dispositivo prima di ritornare in circolo in ambiente.

Sistema filtrante TSS purificatore d'aria Airfree

Spaccato purificatore d’aria Airfree con sistema filtrante TSS . Scalda l’aria a circa 200°C eliminando le sostanze nocive. Credits Airfree

Quando presente un sistema filtrante con filtro HEPA viene spesso affiancato un pre-filtro, detto anche filtro antipolvere, che ha la funzione di arrestare le particelle più grossolane, di maggiore diametro rispetto al pulviscolo sottile, preservando così parte del lavoro al filtro HEPA che lavora sulle particelle più sottili.

I pre-filtri sono facilmente ispezionabili e lavabili (circa una volta ogni 30 giorni).

Ozono sì o ozono no?

Alcuni purificatori d’aria basano il loro sistema di arresto di polveri, batteri e pollini sull’utilizzo dell’ozono. I dispositivi che utilizzano l’ozono possono anche essere controproducenti sulla salute umana, se la concentrazione diventasse eccessiva. Quindi non sono consigliabili, se non sono utilizzati con consapevolezza e attenzione.

Se ti stai orientando per l’acquisto di un purificatore d’aria da un rivenditore, come MediaWorld, Unieuro o il negozio sotto casa, piuttosto che online, il consiglio è quello di tralasciare il purificatore con ozono, a meno che tu non riceva precisi consigli sull’acquisto di tale dispositivo da una figura preparata, come un tecnico o un medico allergologo.

Ionizzatore

Alcuni purificatori d’aria affiancano ai sistemi filtranti tradizionali, quali filtro HEPA o a carboni attivi, un sistema ionizzante che tramite dei circuiti di fili, ionizza le particelle contenute nell’aria caricandole di una carica in modo che possano essere facilmente catturate dal filtro che attraversano successivamente, che è caricato della carica opposta.

Il sistema di ionizzazione, se da un lato è efficace per l’arresto di particelle sottilissime diversamente difficili da trattenere, dall’altro lato è sconsigliato poiché il processo genera una piccola quantità di ozono. Ad oggi non è ancor stata stabilita una soglia massina di concentrazione di ozono entro la quale sia ritenuto accettabile la circolazione di tale elemento nell’aria interna di casa.

2. Superficie

Tutti i purificatori d’aria dichiarano la superficie entro la quale hanno una buona resa di funzionamento. La soluzione più cercata è quella su singola stanza.

E’ semplice intuire perché il criterio della superficie sua il più blasonato per la scelta del depuratore d’aria domestico: rappresenta il volume d’aria che il dispositivo è in grado di trattare. 

Maggiore è la superficie, maggiore è la portata d’aria e maggiore il carico di polveri, pollini, allergeni, batteri, virus, odori, fumo e inquinanti in genere che dev’essere smaltito dal purificatore.

Le schede tecniche dei purificatori d’aria per stanze di casa e di ufficio riportano sempre come parametro di riferimento la superficie su cui possono lavorare con buona resa.

Dove posizionare il purificatore d'aria

Purificatore d’aria posizionato in camera da letto. In quali altri posti è opportuno posizionarne uno? Credits Airfree

Se ora hai inteso questo, ti stai chiedendo dove sia più opportuno posizionare la macchina per purificare al meglio l’aria della stanza, ecco subito alcuni buoni consigli:

  • posizionare il purificatore su un piano, per garantirne la massima stabilità;
  • posizionarlo lontano da fonti di calore e umidità;
  • posizionarlo vicino ad una fonte inquinante ed in prossimità del luogo dove stazionano le persone, per aumentare l’efficienza di depurazione dell’aria nella zona della stanza più vissuta;
  • verificare che non ci siano oggetti e arredo significativamente grandi nelle vicinanze, né ostruzioni, per non inficiare sulla resa.

Se invece quello che stai cercando non è un sistema per il ricambio d’aria di una stanza ma una soluzione globale di purificazione d’aria per tutta la casa, le alternative sono due:

  • acquistare più di un purificatore e posizionarne uno per stanza, con lo svantaggio di non poterli gestire contemporaneamente in modo centralizzato;
  • gestire la purificazione d’aria diversamente, scegliendo l’installazione di un impianto vmc, a singolo flusso alternato o centralizzato.

3. Funzioni

Sistema filtrante e superficie sono certamente i 2 criteri i più importanti da considerare quando si intende acquistare un purificatore d’aria. Basando la tua scelta su questi due elementi, sarai in grado di prendere autonomamente una buona decisione.

Le funzioni di un purificatore d'aria moderno

Tuttavia esistono almeno altri 7 fattori che vale la pena considerare, se non altro perché i produttori si concentrano anche su questi elementi marginali per rendere più appetibile il prodotto.

A mio parere, molti di queste funzioni che seguono sono fittizie e non decisive per la buona riuscita dello scopo del depuratore, quello di purificare l’aria di casa. Eccole elencate:

  • regolazione di velocità per la gestione dei flussi d’aria;
  • interfaccia con smartphone via wi-fi, per la gestione di accensione/spegnimento e monitoraggio dei dati;
  • presenza di sensori di rilevamento saturazione filtri, o rilevamento di cattivi odori;
  • timer di spegnimento programmato;
  • funzione sleep per funzionamento a basso regime durante la notte (minor movimentazione d’aria e minor rumore se presente la ventola);
  • led notturno per creazione ambiente piacevole;
  • modalità automatica per settaggio parametri in base a qualità aria indoor rilevata;
  • inserimento opzionale lampada UV-C per eliminazione germi.

Altri fattori da considerare per la scelta del purificatore d’aria

  • CADR, ovvero “tasso di produzione di aria pulita”, è una misura della velocità di pulizia dell’aria indoor. Un CADR con valore superiore a 300 punti può già considerarsi ottimale, poni quindi attenzione a questo valore nella scelta del miglior purificatore d’aria;
  • ricambi e manutenzione: alcuni purificatori d’aria, come quelli che utilizzano filtri HEPA e a carboni attivi, necessitano della sostituzione del filtro, all’incirca ogni 90 giorni con un uso quotidiano;
  • design e dimensioni: le dimensioni e forme dei purificatori d’aria sono delle più svariate. In genere, le dimensioni sono contenute, si raggiungono i 50 cm di altezza con purificatori a torretta, e i 45 cm di larghezza dei dispositivi Electrolux. I design più accattivanti sono quelli circolari di Airfree e Levoit;

Design purificatore d'aria airfree si integra con l'ambiente e l'arredo di casa

  • materiali: i materiali con cui sono solitamente realizzati i purificatori sono di tipo plastico per la carcassa esterna. La tecnologia all’interno invece è diversa da un dispositivo all’altro;
  • rumorosità, va dai 30 ai 65 dB. Alcuni modelli, come i Philips serie 2000 e gli Airfree serie Iris, sono particolarmente silenziosi: non si sentono.

I migliori purificatori d’aria: la classifica dei bestseller Amazon

OffertaBestseller No. 1
Purificatore d'aria 4 in 1 con Filtro HEPA e Ionizzatore, Filtro dell'aria...
  • 【4 Strato di Filtrazione】Dotato di filtro a carboni attivi a nido d'ape aggiornato e filtro HEPA ad alta efficienza,il rating CADR di 255+,può catturare fino al...
  • 【4 Modalità di Purificazione & 3 Funzioni di Cronometraggio】4 modalità di purificazione,Automatica/Media velocità/Alta velocità/Sonno,è possibile regolare...
  • 【Indicatore della Qualità dell'Aria】 La tecnologia Smart Sensor misura rapidamente la qualità dell'aria nella tua casa.Il nostro equipaggiamento ha un timer di...
OffertaBestseller No. 2
Purificatore d'Aria Casa Ultra Silent 24-48dB CADR 90-110m³/h 99,97%...
  • 【ULTRA SILENZIOSO】 Grazie alla tecnologia avanzata, questo purificatore d'aria fornisce l'ambiente più silenzioso garantendo al tempo stesso un'efficace...
  • 【3 FASI DI FILTRAZIONE】 Sistema di filtraggio delicato in 3 fasi: pre-filtro, filtro a spugna HEPA e carbone attivo granulare. Piccoli peli, batteri nell'aria,...
  • 【RILASCIA IONE NEGATIVO】 Questo depuratore d'aria ha la funzione di rilasciare ioni negativi, che amalgano le particelle in sospensione e mantengono un buon...
OffertaBestseller No. 3
INTEY Purificatore d'Aria HEPA Casa - CADR140 m³/h, Effetti Filtrazione...
  • 3 STRATI di FILTRAZIONE - Il filtro HEPA può filtrare efficacemente particelle da 0,3 μm, PM 2.5, polline. Filtro a carbone attivo può adsorbire formaldeide,...
  • FILTRAZIONE EFFICIENTE - 215×215×335 cm, Piccole dimensioni, grande volume d'aria. L'alimentazione dell'aria pulita è di questo depuratore d'aria è di 140...
  • IONIZZATORE d'Aria & DISINFEZIONE UV - Rilascia gli ioni negativi per rimuovere la polvere, purificare l'aria, fornire "vitamine dell'aria". Le lampade di...
OffertaBestseller No. 4
PARTU Purificatore d'Aria Casa Filtro Hepa, 3 Strati Filtrazione, 100% No...
  • Modalità Ultra-Silenziosa Notturna: Stanco per rumori fastidiosi come condizionatore d'aria di notte? Il livello di rumore di 25 dB alla velocità 1 è quasi...
  • Filtro HEPA Verificato: Il purificatore d'aria per fumatori, allergeni e animali domestici, filtro HEPA approvato da CADR rimuove il 99,97% di particelle piccole...
  • 7 Luce Notturna Alternativa: Una luce rilassante senza la luce abbagliante può aiutare ad addormentarsi. Scegliere il colore in base al tuo umore. Se sensibile...

I migliori purificatori d’aria: la classifica Aspirastore 2019

Purificatori d’aria Philips

Purificatore d'aria Philips
I purificatori d’aria Philips sono molto chiacchierati e diffusi. Si trovano ovunque, da rivenditori come MediaWorld, Unieuro e Comet, a grossi marketplace come Amazon, eBay ed ePrice.

Quale il motivo del loro successo? Solo il brand famoso dalle spalle larghe, de buon marketing e la grande distribuzione, o c’è di più? Continua a leggere.

Tra i principali motivi per cui i purificatori d’aria Philips sono efficaci:

  • tecnologia VitaShield IPS, la quale sfrutta il potere della purificazione dell’aria per intrappolare i contaminanti dell’aria all’interno, senza processi ionizanni e quindi risparmiando la produzione di ozono;
  • la forza di un sistema di filtri multistrato che conta su un pre-filtro nella parte iniziale per arrestare le particelle di dimensioni maggiori, poi un filtro a carboni attivi per arrestare e trattenere gli odori sgrdevoli (come il fumo di sigaretta) ed infine, un filtro HEPA che arresta le particelle inquinanti fino a 0,3 micron.

Leggi anche: Guida all’acquisto ufficiale Philips per i purificatori d’aria serie 2000 e 3000

Offerta
Philips Qualità Aria AC1215/10 Purificatore d'Aria con Tecnologia...
  • Rimuove particelle ultrasottili fino a 0,02 µm (125 volte più piccole di PM2.5), il 99,9%* dei comuni allergeni e il 99,9% dei batteri**
  • Permette ai soggetti allergici ai pollini di soffrire significativamente meno di sintomi come starnuti, lacrime, arrossamento degli occhi, prurito nasale, prurito e...
  • Protegge dall'inquinamento, rimuovendo le particelle fino a 20 nanometri di dimensione (125 volte più piccole del particolato fine PM2.5)

Purificatori d’aria Airfree

AirFree è un’azienda portoghese che produce validi depuratori d’ara per abitazioni a prezzi che gravitano dai 200 ai 350€.

Purificatore d'aria Airfree

I più grandi vantaggi di un purificatore d’aria Airfree? Non necessita di manutenzione, non necessita di parti di ricambio, pesa poco (meno di kg), ha dimensioni compatte. E’ esteticamente bello e si integra con l’arredo di casa o ufficio.

Il funzionamento del depuratore d’aria Airfree si basa su tecnologia TSS, sostanzialmente sfrutta il principio del calore: l’aria della stanza, carica di batteri e microorganismi biologici, passa il depuratore a temperatura di circa 200°C la quale, similmente al principio di sterilizzazione dell’acqua per ebollizione, purifica l’aria, che viene raffreddata prima di ritornare in ricircolo in ambiente.

Offerta
Airfree AP60 Purificatore d'Aria, 51 W
  • Riduce fino al 99% la presenza nell'aria di batteri, virus, muffe, spore, allergeni degli acari della polvere e di animali domestici, pollini e odori di tabacco
  • Non ha bisogno di manutenzione, parti di ricambio e non genera rifiuti. Basso consumo energetico
  • Completamente silenzioso, purifica l'aria in ambienti fino a 24 mq

Quanto costa un purificatore d’aria

I prezzi dei purificatori d’aria di casa variano dai 70 ai 400 €, in base alle caratteristiche del prodotto.

Se intendi acquistare un purificatore di aria di casa al miglior qualità/prezzo online, il purificatore scelto da Amazon Levoit LV-H132 è la scelta ideale. Sarà forse l’appeal del design, saranno le luci led, e l’indiscussa tecnologia filtrante, o forse il prezzo contenuto di soli € 90, che hanno indotto Amazon a candidare questo purificatore d’aria come il miglior prodotto.

Purificatori d’aria di eccellenza sono invece delle marche Philips, Electrolux e Airfree. A nostro avviso, con un budget di circa € 300, il miglior acquisto ricade sui dispositivi Airfree serie Iris, molto efficienti e con manutenzione del tutto assente. 

Iris di Airfree è disponibile per stanze con superficie fino ai 22, 32 e 65 metri quadri, con prezzi che oscillano dai 200 ai 350 €.

I link dei prodotti citati in questo articolo partecipano al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una piccola commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Noi di Aspirstore.com non tratteniamo dati dalle azioni su questi link, e nessun addebito gravia in aggiunta sul prezzo dei prodotti così come caricati su Amazon.

Igor Pizzinato

Igor Pizzinato

Specialista di impianti di aspirazione e ventilazione

Aiuto le persone a vivere una casa pulita e libera dalle polveri. Imprenditore del benessere domestico alla seconda generazione familiare, sono appassionato di natura, benessere e tecnologia. Affianco il cliente nella scelta della migliore soluzione per gli impianti di aspirazione centralizzata e ventilazione meccanica controllata (VMC), al fine massimizzare il livello di comfort e di qualità di aria indoor.

Ti potrebbe interessare anche

Acari della polvere: cosa sono e come eliminarli

Gli acari della polvere sono i responsabili dello scatenarsi di una delle allergie più diffuse al mondo, l'allergia da acari. Questa forma allergia provoca disturbi respiratori che possono avere ripercussioni serie sulla salute di chi ne soffre, a qualsiasi età. E'...

Inquinamento aria indoor: cos’è, cause e strategie

L'inquinamento indoor è uno dei problemi silenti che l'umanità sta affrontando nella nostra era. Il problema esiste ed è bene conoscerlo per sapere bene come difendersi: ogni famiglia dovrebbe attrezzarsi per contrastare l'inquinamento domestico e gli effetti negativi...